IL CROSS DEL CRUS PER IL CRUS

Il cross del CRUS per noi del CRUS è una manifestazione che non è solo una "solita" gara da organizzare ma è anche rinnovare la tradizione di 29 anni di cross e occasione di collaborazione fra noi. Se poi la giornata, come quella di oggi, aiuta e anche occasione di cogliere un successo organizzativo da aggiungere a tanti altri. Non dimentico che è anche occasione di gareggiare sul nostro "percorso", dove molti dei nostri si allenano. Ma prima di estrarre le prestazioni dei nostri atleti è il caso di RINGRAZIARE TUTTI COLORO CHE HANNO COLLABORATO IN QUESTO FINE SETTIMANA E COME DICEVA UN ENRICO "CON IL PIACERE DI ESSERCI E FARE ASSIEME"e sono molti.
 La gara dei CRUSSINI.
La prima gara di giornata, comunque, è stata dedicata agli allievi + "over50", bella combinazione ….. Il favorito Masè (allievo) dopo metà gara se ne va ma dietro, e neppure tanto indietro, si sviluppa una bella lotta che vede 5/6 ragazzi sfilare in successione;  in mezzo al 3^ posto (allievi) quello che potrà (o potrebbe) essere un bell’atleta a patto che ci sia il piacere di correre e mettersi in gioco …. Davide Ganganelli dai provaci!!! Nel gruppo molti Gialli dal fare esperto, come Danilo Robol 3^ SM60, come Roberto Comai 2^ 65 e poi Renzo, Efrem, Domenico, Franco, Gino e il mitico Gigi, bravi anche se non sono saliti sul podio.
 
In gara "2" si presentano i concorrenti competitivi, ancor meglio che ai vecchi tempi in termini di numeri. 44 atleti messi in fila da una solitaria progressione di Mich ma dentro la gara un bel numero di canotte gialle. Bella la lotta per la CRUS leaderschip  fra Christian Modena e Marco Forletta che si risolve solo involata dove Christian coglie il nono posto assoluto un paio di posizioni davanti ad un Marco in netta crescita. Altra lotta in casa giallo/blù, e tocca al Carleto (arrivato appositamente dall’Austria x esserci) guidare una folta pattuglia di canotte gialle: Mattia, Mirko, Aldo, Claudio, Alessandro (Broz), l’esordiente Alessandro Da Croce, Sebastiano e i fratelli Luca e Marco. Praticamente quasi tutta la squadra meno il Parisi (ai box) e Mazzola (a Urbino x studio); rinviamo la partecipazione al completo al 26 febbraio x giocarci un posto per Gubbio.
 Senza dubbio è periodo di Federica Scrinzi che spazza i dubbi del prima, vincendo gara "3" quella dedicata alle femmine, senza patemi d’animo e senza essere obbligata a dare tutto. Nella stessa gara ancora podio colorato di Giallo per merito di Manola Feller che sale sul primo gradino delle SF40; sempre podio ma gradino "2" per Nicoletta Ferrari, e siamo in categoria SF50; ancora podio per la giovane Junior Silvia De Nart 3^ anche se non poco affaticata. E poi ….. ancora belle prestazioni di Monica, Silvia (via di corsa a prendere il microfono e commentare) e Marlene.
 Poi in successione al via le gare Giovanili e li che c’è da porre attenzione. Nei cadetti belle prova di coraggio di Daniel, di grinta da Matteo e di resistenza del Mallox …. Forza ragazzi, anzi cadetti. Nelle cadette le brave Agnese, Aurora e Valentina aspettano la pista per giocare carte molto diverse ma non dimentichiamo che il carattere si forgia nell’impegno e nel cross ce ne vuol parecchio.
 Fra i più piccolini la gioia di esserci e di provare a correre in libertà prevale sullo stilare classifiche che quasi tutti i piccoli atleti non guardan  neppure …. E così deve essere.
 La bella giornata, di sole, di sport, di gente che compete, finisce nel miglior modo possibile e questo grazie agli organizzatori è certo …… ma anche ai Giudici di Gara, allo staff Sanitario, ai vigili municipali, agli sponsor, agli amministratori e alle autorità intervenute a valorizzare il nostro fare. Grazie al Presidente Fidal Viesi, al Presidente Coni Torgler, all’assessor Miorandi e alla Vice Fidal Lutterotti ….. è sempre un piacere vivere questi momenti sereni utili anche a pianificare impegni prossimi.
AVANTI ALLA PROSSIMA