IL CRUS conquista l’Etna. Paolo Bort vince la sua categoria – Nicoletta Ferrari seconda

Trasferta molto positiva degli atleti del Lagarina Crus Team, il 9 giugno in Sicilia per scalare l’Etna partendo da quota “zero”. Infatti  la Super Maratona dell’Etna è anche detta “da zero a tremila” per chiare bene la differenza di quota fra partenza e arrivo. Dalle sabbie del mare di Marina di Cottone (CT) alla bocca (o nei pressi) del Vulcano.

Son serviti KM e mesi e di preparazione per arrivare a compiere questi 43 km di costante ed impegnativa salita quasi prevalentemente scoperta al calore del sole. Ma ben 5 nostri eroi ce l’hanno fatta a compiere tutt’intero il percorso – missione compiuta e con grande onore.

Si sapeva che il più in forma era il Paolo Bort, 60 anni di vita dedicata a lavoro famiglia e sport, e la forma l’ha portato a vincere la sua categoria compiendo l’impresa in 5h06’. Non meno importante la prova di Renzo Mittempergher che in 5’43 ha salito questa unica e costante rampa fin sull’arrivo. Domenico Catalano era l’uomo di casa e, anche se fatica non poco, in cima ci arriva, eccome, pochissimi minuti dopo Renzo. Mauro Dallacosta invece fa la spola, un primo tratto corso a ridosso del Paolo, e la seconda parte a fare da spalla ed incitare la compaesana Nicoletta Ferrari che con grande caparbietà andrà a collocarsi sul  2^ gradino del podio di Categoria.

Non finisce qui perché i fratelli Folgarait, Ezio ed Efrem insieme all’amico Carmine si classificano al 4^ posto nella gara riservata alle staffette che sullo stesso tracciato dividono le fatiche sui 3 staffettisti.

2 maglie gialle sul podio a  1300km di distanza dalla amata Vallagarina fanno sempre piacere…..

Bravissimi ragazzi